Avete mai sentito parlare della Kyocera? Ovviamente sì: magari avete visto qualche fotocopiatrice di quel marchio. Ma siete a conoscenza del fatto che produce anche Smartphone? Ormai è possibile trovare un cellulare un po’ di tutti i brand, ma bisogna poi vedere se questi sono abbastanza specializzati per essere davvero unici. Nel caso del Kyocera Duraforce Ultra, si può tranquillamente dire che c’è qualcosa di molto specifico del quale parlare. Vediamo insieme perché.

Come si presenta esteticamente

Come un gadget futuristico da una parte, ma comunque piuttosto spesso dall’altra. Il Duraforce Ultra è infatti un cellulare Rugged, ma il fatto è che lo è in maniera a dir poco esorbitante. Questo prodotto ha una certificazione IP65 e IP68, così come anche un MIL-STD-810 H a disposizione. In tutto questo, vi è uno spesso vetro Sapphire a proteggere lo schermo. E’ uno Smartphone robustissimo, pronto ad affrontare un po’ tutti i possibili danni. Questo non gli regala un’estetica raffinata, ma piuttosto una dedicata all’utilità.

Parlando dello schermo 

E’ di nuovo qualcosa che non è davvero indicato alle massime prestazioni. Grande 5.4 pollici, è in tecnologia IPS LCD e mostra una risoluzione da 1080 x 2160. Insomma il minimo essenziale per non rimanere troppo indietro con gli standard d’oggi, a parte lo schermo modificato per mostrare una luminosità molto elevata, regalando allo Smartphone pure una dimensione compatta e facile da portare in giro. Inutile presentare il discorso sui bordi: in un prodotto Rugged di questo genere, davvero tutto è spesso.

Le prestazioni di Kyocera Duraforce Ultra

Questo cellulare monta un chipset Snapdragon 765 G, con 6Gb di RAM e 128Gb di memoria interna. Onestamente parlando, è una composizione che sembra più giustificata per un prodotto di classe media. E’ chiaramente scelta per prediligere la durata della batteria, per non creare tanto calore, e per contenere le dimensioni in maniera adeguata. Ma di nuovo, suona comunque piuttosto ridotto per quel che rappresenta questo modello.

E per quel che si può dire sulla fotocamera 

Con un doppio obiettivo da 24+16 Mpx ed un sensore TOF, è chiaro che questo comparto è dedicato esclusivamente per il settore tecnico. Nonostante la potenza sia molto bassa, è chiaro che l’inclusione del TOF è dedicato proprio per calcolare le distanze fra vari oggetti, aiutando a mettere in chiaro perciò aspetti esclusivamente tecnici. Niente di eccezionale per scattare foto per le attività di tutti i giorni. Come sistema operativo monta Android 10, senza particolari aggiunte, rimanendo perciò un Android piuttosto semplice e facile da giostrare. Le modifiche sono facili da attuare, e non ci sono tantissime limitazioni. Per chi cerca qualcosa di più esclusivo tuttavia, dovrà rivolgersi altrove.

Per tutto il resto

Montando una batteria da 4500mAh, sfruttando un semplice Quick Charge 2.0, questo prodotto supporta la ricarica Wireless ed ha dalla sua parte il minimo necessario per quel che riguarda le connessioni Bluetooth e Wifi. Di regola ha un supporto per il 5G, ma il tutto è complicato dal fatto che questo è un prodotto che attualmente si può solo comprare da esportato – perciò è difficile renderlo compatibile con le nostre reti.

La considerazione finale 

Questo Smartphone della Kyocera è un prodotto sicuramente curioso. Il Duraforce Ultra è uno dei cellulari più resistenti sul mercato, molto semplice nel resto della composizione. Per 900 euro, senza contare i costi di esportazione, è più un particolare sfizio che uno Smartphone serio, forse per chi ha l’abitudine di spaccare continuamente il proprio telefonino.